Il trattamento dell’aracnofobia attraverso la realtà virtuale

aracnofobia e realtà virtuale L’applicazione delle nuove tecnologie al mondo della salute sta progredendo a passi da gigante. In particolare, la realtà virtuale viene al mondo della psicologia e lo fa per aiutare le persone a superare le loro paure più profonde e fobie o le situazioni più estreme in cui può trovarsi una persona.
La realtà virtuale applicata alla psicologia aiuta a rendere più facile e “meno aggressivo” per il paziente affrontare le loro fobie. Poiché piuttosto che direttamente nel mondo reale, lo fa prima di una realtà creata per esso e controllato. La realtà virtuale diventa un passaggio intermedio molto utile tra la consultazione e il mondo reale.
Un altro vantaggio è economico, dal momento che per esempio una persona con la paura di volare, avrebbe dovuto salire diversi aerei come parte del loro trattamento. Con la realtà virtuale è possibile farlo dal cuore, senza dover scorrere.

realtà virtuale psicoterapiaIl nostro centro ha strutturato un protocollo sperimentale per il trattamento dell’aracnofobia (fobia dei ragni) che abbina i tradizionali approcci di trattamento cognitivo-comportamentale con le moderne tecnologie, tra cui i programmi di realtà virtuale. Nel nostro protocollo il paziente viene guidato in un percorso di 8-10 incontri in cui imparerà efficacemente a fronteggiare la paura dei ragni riappropriandosi di tutte quelle attività a cui ha rinunciato a causa della fobia.

Ma vediamo insieme cos’è l’aracnofobia e come si può sconfiggere.

aracnofobiaL’aracnofobia, o paura dei ragni, è una delle fobie specifiche più comuni e conosciute. Le persone che hanno paura dei ragni fanno tutto il possibile per non essere esposti a loro. Essi spesso rinunciano a partecipare ad attività (come il trekking o in campeggio) che aumentano il rischio di esposizione ai ragni.

I sintomi:
Se si soffre di aracnofobia, è probabile che si modifichi il comportamento per evitare il contatto con i ragni. Trovando un ragno in casa si può reagire in due modi:

  • urlare e correre
  • paralizzarsi dalla paura

Anche se si è in grado uccidere o catturare il ragno, spesso si richiede l’intervento di un’altra persona, delegando ad essa l’attività. Se si è da soli, si può scegliere di lasciare la stanza piuttosto che affrontare il ragno.
Nel corso del tempo, a mano a mano che la fobia si cronicizza, si può osservare una crescente limitazione delle attività di evitare i ragni. Tra le attività che possono essere difficili o impossibili per paura di un incontro ravvicinato con un aracnide, ci sono:

  • escursioni
  • campeggio
  • riordino di camere o magazzini
  • visitare luoghi disabitati da un po’ di tempo (es. case di campagna)

Cause:
Gli esperti non conoscono le cause di aracnofobia, anche se ci sono alcune teorie. Uno delle più comuni è stata proposta dagli psicologi evolutivi e suggerisce che l’aracnofobia è una tecnica di sopravvivenza dei nostri antenati. Siccome un gran numero di ragni sono velenosi (anche se la maggior parte dei ragni non sono un problema per gli esseri umani) la paura dei ragni ha dato agli umani più probabilità di sopravvivere e riprodursi a differenza, ad esempio, della vermifobia (la paura di vermi). Secondo l’approccio cognitivo-comportamentale la fobia dei ragni (come tutte le fobie) si viene a creare a causa di un condizionamento iniziale (generato dall’associazione tra lo stimolo del ragno e la paura), che si mantiene nel tempo a causa dei meccanismi di evitamento messi in atto, che riducono la paura nel breve termine ma amplificano il circolo vizioso, nel lungo termine

aracnofobia con VRTrattamento
La terapia basata sulla de-sensibilizzazione sistematica e l’esposizione graduale in vivo è attualmente la terapia che ha dato maggiori risultati di efficacia, secondo le più recenti ricerche scientifiche. L’approccio cognitivo-comportamentale risulta pertanto particolarmente rapido ed efficace per la guarigione da questa fobia specifica.
L’inserimento di programmi di realtà virtuale nel protocollo di trattamento e il supporto con programmi informatici rende ancora più rapida la strada verso il decondizionamento da questa paura. Recenti ricerche hanno dimostrato che attraverso la realtà virtuale, esponendo il paziente a rappresentazioni virtuali di ragni, è in grado di ridurre velocemente e significativamente il livello di paura nei confronti di questi animali.

Per richiedere informazioni sui percorsi di trattamento

Contact Form
* indicates required field